Associazione Amici del Ticino – Rifugio Fabrizio Bovio all’isola del Bosco Vedro

Interesse: Info  
Indirizzo:
Giorni e Orari di Apertura:
Giorni chiusura:
Cell: 335.6825354

Servizi offerti

 

Descrizione:

L’isola del Bosco Vedro è la più importante Riserva Naturale Speciale del Parco del Ticino piemontese: si trova a cavallo tra i comuni di Cameri e Galliate. Vi si può accedere solo accompagnati da personale autorizzato dal Parco. Si estende da nord a sud per oltre 3 km ed è delimitata ad est dal corso principale del Ticino e ad ovest dal Naviglio Langosco e dal suo scaricatore principale, il Ramo Treccione. L’isola è ricca di boschi pregiati e di lanche dalle acque purissime ( Risorgiva Darè, Lanca Persico, Lanche di Cameri ) ed ha ospitato per anni una stazione ornitologica, intitolata alla memoria del guardia parco Fabrizio Bovio, cui si deve la nascita del centro di inanellamento degli uccelli di passo. Qui il Parco ha condotto importantissimi studi scientifici per la reintroduzione della lontra e la salvaguardia della tartaruga palustre, del gambero di fiume e del pelobate fosco. Fanno parte integrante dell’isola del Bosco Vedro, il Vallotto e l’isola dei Conigli, da sempre considerati un paradiso per i raccoglitori di funghi della zona. Il Bosco Vedro – che ha una superficie di circa 140 ettari – è una grande proprietà in comunione, amministrata da un condominio: il Parco è comproprietario dell’area e la gestisce in base ad una convenzione con il condominio stesso.

All’interno dell’isola è stato tracciato un sentiero didattico che, con uno sviluppo ad anello di circa 5 km, ne tocca tutti gli i luoghi e gli ambienti più importanti: la diga sul Ramo Treccione, le risorgive, il bosco planiziale a querco-carpineto, la Casetta del Guardiacaccia ed il Casseri, il Vallotto, il ramo principale del Fiume, il Dosso, il greto con la sua vegetazione pioniera, la Filarola del Naviglio Langosco. L’itinerario ha inizio dal parcheggio in corrispondenza della Diga Treccione ed è segnalato con segnavia bianchi e rossi con la sigla BV. In riva al Treccione sorge il Rifugio Fabrizio Bovio, costituito dall’ex casa del guardiacaccia e da un cassero ristrutturato e soppalcato, dove è possibile sostare e, volendo, trascorrere la notte. Un altro sentiero – con partenza dal Rifugio ed identificato con la sigla IC – conduce alle lanche lungo un antico ramo del Ticino ed all’Isola dei Conigli.

Dal maggio 2019 l’Ente Parco ha dato in gestione agli Amici del Ticino il Rifugio Fabrizio Bovio e l’itinerario didattico, associazione cui bisogna rivolgersi per le visite guidate all’area.

Mappa:

Lascia un commento