Sentieri di storia e vie d’acqua: Pavia tra storia, arte e cultura

Distanza: 3,4
Fondo: asfalto
Dislivello: 30
Interesse: Culturali  
Difficoltà: facile
Pendenza: 1%

Percorribilità:

Descrizione:

La prima meta di questo itinerario è Pavia, “città delle cento torri”, una delle località più ricche di storia in Lombardia. Antica capitale del regno longobardo, sin dal Medioevo sede di uno tra i più antichi e prestigiosi atenei d’Europa. Sede prediletta dell’influente e raffinata corte dei Visconti che resero Pavia uno dei maggiori punti di riferimento del mecenatismo artistico rinascimentale.
I pittoreschi vicoli del centro storico, la maestosità del Castello Visconteo, i chiostri ricchi di cultura e storia della prestigiosa Università, catturano lo sguardo. A poca distanza dal centro storico è possibile ammirare la splendida Basilica romanico – paleocristiana di San Pietro in Ciel D’Oro, dov’è custodita l’Arca marmorea contenente le spoglie di Sant’Agostino; la Basilica di San Michele, capolavoro del romanico longobardo e sede delle incoronazioni imperiali; il palazzo del Broletto, sede del Comune e luogo in cui si svolgevano le prime assemblee cittadine.
Nella parte più antica della città, ha sede la Basilica di San Teodoro, una delle chiese più antiche e più importanti, dedicata al Santo protettore di pescatori, barcaioli e commercianti.
Percorrendo il Ponte Coperto, antica porta della città, si raggiunge Borgo Ticino, piccolo e pittoresco quartiere medievale caratterizzato dalle piccole e antiche abitazioni dei pescatori che sorgono a pochi passi dalla riva del fiume. Una volta oltrepassata l’antica porta sull’argine, che consente l’ingresso al Borgo, si è già immersi nella rigogliosa  e meravigliosa area naturale del Parco del Ticino.

 

Mappa:

3 risposte a Sentieri di storia e vie d’acqua: Pavia tra storia, arte e cultura

Lascia un commento