Punto Panoramico Argine


mappa
Costo: Gratis
Giorni chiusura:

Uno dei punti più pittoreschi dove è possibile ammirare i paesaggi agresti del pavese, le sue colture tipiche e le specie animali che lo popolano. Un luogo speciale per contemplare l’estensione della pianura, le Alpi e le colline dell’Oltrepò Pavese.

Leggi altro

Lungo questo punto del fiume, a nord-est del Gravellone, il panorama offre un incantevole profilo della città di Pavia, con le cupole e le torri, lunghe distese di risaie e i magnifici paesaggi dell’Oltrepò pavese. L’argine assume la funzione di un’opera land art. Nei pressi della golena del fiume, tra coltivazioni intensive di pioppi, lungo le aste fluviali, nei punti meno accessibili, sorgono macchie arboree e arbusti incolti, rifugio per lepri e fagiani. Tra le robinie è possibile intravedere qualche farnia, pioppi bianchi e neri, olmi e aceri campestri, mentre dove il terreno è più acquoso ontani e salici bianchi, noccioli, biancospini e sambuchi. Dall’altro lato dell’argine si estendono i paesaggi agrari del Siccomario e qualche cascina. L’airone bianco maggiore, avvistato raramente, l’airone cenerino, il fagiano e la gazza trovano lungo l’argine il loro habitat preferito. Nelle giornate più terse si ha l’impressione di vedere la pianura, mentre d’inverno sono visibili tratti dell’Arco Alpino, il Monte Rosa e a sud le colline dell’Oltrepò Pavese.

* Per i contenuti si ringrazia la gentile collaborazione dell’Architetto Luca Micotti