La brughiera

  • Interesse: TiJones

L’ambiente dominante in questa parte di natura è la brughiera, che deve il suo nome al brugo, basso cespuglio che in tarda estate fiorisce colorando di viola la vasta area in cui si estende. Il suolo acido di questo ambiente non ne … Continua a leggere

Vedi

Vecchia pista di raccordo aerei

  • Interesse: TiJones

Il percorso si apre su di uno spiazzo che, durante la seconda guerra mondiale, è stato usato come pista di atterraggio aerei e zona di esercitazione ove sganciare bombe di pietra, alcune ancora visibili in quello che può considerarsi un vero museo … Continua a leggere

Vedi

Il bosco

  • Interesse: TiJones

Una deviazione dal sentiero principale permette di inoltrarsi nel folto del bosco. Cambia lo scenario, cambiano le suggestioni e il modo in cui la vegetazione si adatta alle diverse condizioni ambientali: la stratificazione del bosco qui è più che mai evidente.

Vedi

Osservazione del territorio

  • Interesse: TiJones

Il paesaggio che si può osservare in questa parte di Parco è del tutto privo di coltivi, il terreno non lo consente perché non è adatto e conserva intatto il suo fascino selvaggio.

Vedi

Osservazione della natura

  • Interesse: TiJones

La ricchezza e la varietà della flora circostante invita ad un’osservazione a 360o della natura, che qui cresce rigogliosa e spontanea. Si possono distinguere, pini, querce, betulle, frassini e pioppi.

Vedi

Via Gaggio

  • Interesse: TiJones

Il largo e bel sentiero che da Tornavento arriva a Lonate Pozzolo si chiama Via Gaggio e deve il suo nome ad antiche presenze longobarde nel VI sec. In realtà si hanno testimonianze di presenze ben più antiche nella zona: i Liguri … Continua a leggere

Vedi

Il corridoio ecologico

  • Interesse: TiJones

Il tratto del cammino che passa sopra la superstrada è un classico esempio di corridoio ecologico, ossia una porzione di sentiero in cui l’aspetto naturale è riprodotto e conservato il più possibile, per ridurre l’impatto che il disturbo visivo e acustico della … Continua a leggere

Vedi

Ponte Tibetano sospeso

  • Interesse: Sportivi

Il ponte sospeso permette di attraversare il canale della Centrale Termoelettrica di Turbigo.
La traversata è avventurosa, il ponte è in acciaio e legno lungo circa 70 metri e sospeso a 8 m sull’acqua. Continua a leggere

Vedi

Castello di Turbigo

  • Interesse: Culturali

Fu costruito nel XIII secolo, fu distrutto e in seguito fu ricostruito nel 1569 dalla famiglia Gallarati, famiglia nobiliare che aveva giurisdizione su tutto il territorio circostante. Dai vari rimaneggiamenti si sono salvate due torri e un cortile interno molto … Continua a leggere

Vedi

Villa Annoni

  • Interesse: Culturali

La villa si trova a Cuggiono e la sua costruzione risale al XVII secolo. Oggi all’interno ospita un interessante museo etnografico, mentre all’esterno un parco di 270.000 mq con un tipico giardino all’inglese e alberi monumentali. Continua a leggere

Vedi

Villa Castiglioni e Ponte Vecchio di Magenta

  • Interesse: Culturali

Villa Castiglioni, costruita nelle vicinanze del Ponte sul Naviglio Grande a Pontevecchio di Magenta, dal 1985 è sede amministrativa e tecnica del Parco Lombardo della Valle del Ticino. Continua a leggere

Vedi

Naviglio Grande

  • Interesse: Culturali

Il Naviglio Grande nasce nei pressi di Tornavento (Lonate Pozzolo) e arriva dalla darsena di Milano dopo un percorso di 50 chilometri. E’ stato il primo naviglio navigabile costruito in Europa ed il più importante dei navigli lombardi. Continua a leggere

Vedi

Ponte di Boffalora sul Naviglio

  • Interesse: Culturali

Il paese di Boffalora è attraversato dal Naviglio Grande e le due parti della cittadina sono collegate tra loro grazie ad uno storico ponte in granito costruito nel 1603 e restaurato nel 2003. Continua a leggere

Vedi

Canonica di Bernate Ticino

  • Interesse: Culturali

Le origini della Canonica risalgono al 1186, quando fu eretta per volere di Papa Urbano III. Ciò che si presenta oggi è di matrice secentesca, ed incorpora nella facciata i resti di una struttura più antica. Continua a leggere

Vedi

Lanca di Bernate

  • Interesse: Naturalistici

La Lanca di Bernate è un area particolarmente ricca di fauna e di flora protetta, dove il fiume con i suoi continui cambiamenti ha creato questo specchio d’acqua rifugio di mammiferi e volatili. Continua a leggere

Vedi

Calendario celtico in pietra

  • Interesse: Culturali

Il Calendario Celtico si trova nei pressi della Lanca di Bernate e ricorda le tradizioni celtiche. Allo stesso modo, il Parco del Ticino, ha realizzato un calendario arboreo in cui ad ogni albero, oltre alle varie proprietà  botaniche e curative, … Continua a leggere

Vedi

Villaggio del Rubone

  • Interesse: Culturali

Il Villaggio del Rubone è un luogo molto particolare e una volta anche ricco di fascino. Continua a leggere

Vedi

Villa Clerici

  • Interesse: Culturali

Lungo la riva del Naviglio Grande, a Castelletto di Cuggiono, si può ammirare Villa Clerici, una villa di delizia con imbarcadero la cui costruzione risale al 1733. Continua a leggere

Vedi

Ponte e Cascina Padregnana

  • Interesse: Culturali

Il Ponte della Padregnana è stato costruito nel 1595 e una decina di anni fa è stato completamente smontato e rimontato. Si trova sul Naviglio Grande ed è posizionato in un’area, se si guarda verso est, caratteristica e ricca di paesaggi forestali ed agrari. Continua a leggere

Vedi

Punto di osservazione faunistica

  • Interesse: Naturalistici

La vicinanza alle acque permette la fotografia e l’osservazione di numerose specie di uccelli stanziali e di passo.

Vedi

Confluenza Ticino-Po

  • Interesse: Naturalistici

Dal Ponte della Becca si osservano le acque limpide del Ticino ed i giochi di corrente tipici dei punti di confluenza tra due corsi d’acqua. Sulle rive del fiume è possibile anche pescare persici, carpe, pesci gatto, lucci e anguille, … Continua a leggere

Vedi

Punto Panoramico sul Gravellone

  • Interesse: Punti Panoramici

Una passeggiata lungo la golena all’ombra dei pioppi per contemplare la natura, lo scorrere del fiume, i diversi esemplari di aironi e tartarughe acquatiche. Leggi altro Percorrendo la golena del fiume presso Ca’ della Battella, ad est del Borgo, l’ansa … Continua a leggere

Vedi

Punto Panoramico Argine

  • Interesse: Punti Panoramici

Uno dei punti più pittoreschi dove è possibile ammirare i paesaggi agresti del pavese, le sue colture tipiche e le specie animali che lo popolano. Un luogo speciale per contemplare l’estensione della pianura, le Alpi e le colline dell’Oltrepò Pavese. … Continua a leggere

Vedi

Grande Foresta

  • Interesse: Naturalistici

Su un territorio che si estende per 53 ettari sorge la Grande Foresta, una piccola oasi ecologica che ricrea al suo interno un ecosistema e delle caratteristiche naturalistiche volte a favorire lo sviluppo e l’esistenza di flora e fauna tipiche … Continua a leggere

Vedi

Frazione Boschi

  • Interesse: Naturalistici

Quasi alla confluenza tra i due fiumi, il Po e il Ticino, si susseguono distese di pioppi, vigneti, terreni coltivati tra cui emergono le cascine, tipiche abitazioni che connotano i paesaggi agresti della zona. Leggi altro L’area si estende fino … Continua a leggere

Vedi

Imbarcadero Travacò

  • Interesse: Naturalistici

È qui che nelle giornate più terse è possibile ammirare la città di Pavia e la campagna circostante incorniciate dalle cime innevate delle Alpi che si stagliano sullo sfondo. Leggi altro L’imbarcadero di Travacò si trova sul fiume Ticino, nei … Continua a leggere

Vedi

Punto Panoramico con vista su Pavia

  • Interesse: Punti Panoramici

È proprio questo il punto in riva all’argine da cui si può contemplare, in una visione d’insieme, il territorio, i tipici paesaggi naturali del pavese e gli edifici più rappresentativi di Pavia che riflettono la loro immagine nelle acque del … Continua a leggere

Vedi

Basilica di San Teodoro

  • Interesse: Culturali

Nell’antico centro storico di Pavia, nel cuore della città, ha sede la Basilica di San Teodoro, una delle chiese più antiche e più importanti, simbolo dell’identità e della storia della città, luogo deputato al culto di San Teodoro, patrono di … Continua a leggere

Vedi

Borgo Ticino

  • Interesse: Culturali

Attraversando la porta sull’argine, sembra di entrare in un’altra epoca e di immergersi nella vita dell’antico Borgo medievale, alla scoperta del suo legame speciale con il fiume, tra i vicoletti, le trattorie caratteristiche, le case lungo l’argine, antiche abitazioni dei … Continua a leggere

Vedi

Ponte Coperto

  • Interesse: Culturali

Ecco il Ponte Coperto, antica porta urbana, parte dell’apparato difensivo dell’antico porto fluviale, il punto che congiunge il centro storico di Pavia con l’antico e pittoresco Borgo Ticino che sorge a pochi passi dal letto del fiume. Leggi altro Il … Continua a leggere

Vedi

Basilica San Michele

  • Interesse: Culturali

La basilica è una delle più importanti e famose chiese della città, capolavoro del romanico longobardo, luogo mistico in cui il potere temporale incrocia il potere spirituale, la sacralità dell’impero, attraverso l’incoronazione dei sovrani, e la spiritualità della guida delle … Continua a leggere

Vedi

Palazzo Broletto

  • Interesse: Culturali

Ecco il più antico Broletto in Lombardia, nel cuore di uno dei più pittoreschi borghi medievali, uno dei primi luoghi dedicati all’esercizio della democrazia e della giustizia, sede dell’Amministrazione comunale e luogo deputato alle prime assemblee cittadine sin dal XI … Continua a leggere

Vedi

Museo per la Storia dell’Università

  • Interesse: Culturali

Antico custode di manoscritti, testi e strumenti scientifici che testimoniano l’attività dell’Ateneo sin dal Medioevo. Presso gli storici cortili si trovano ancora i laboratori dei personaggi illustri che scelsero Pavia come sede dei loro studi. Leggi altro Il Museo, inaugurato … Continua a leggere

Vedi

Basilica San Pietro in Ciel d'Oro

  • Interesse: Culturali

Ecco, a pochi passi dal centro storico di Pavia e dal Castello Visconteo, la splendida basilica romanico – paleocristiana di San Pietro in Ciel D’Oro dove, sotto volte stellate, giacciono le spoglie di Sant’Agostino, eminente teologo del pensiero cristiano, e … Continua a leggere

Vedi

Università

  • Interesse: Culturali

Nel cuore della Lombardia, ecco uno dei più antichi e importanti atenei d’Europa, che conferisce lustro e prestigio a Pavia. Istituzione illustre oggi sede di biblioteche, archivi storici e musei che testimoniano l’intensa attività di cultura, ricerca e diffusione del … Continua a leggere

Vedi

Castello Visconteo di Pavia

  • Interesse: Culturali

Testimone della magnificenza dei Visconti, il Castello Visconteo, sede di una corte colta e raffinata, fu uno dei maggiori centri di produzione artistica del periodo rinascimentale. Le sue meravigliose sale affrescate, come la “sala Azzurra”, hanno assistito al passaggio di … Continua a leggere

Vedi

Santuario del Novello

  • Interesse: Culturali Naturalistici

A pochi passi dal Po, proprio sulla golena del fiume, si erge il Santuario del Novello, a protezione del territorio dalle piene del fiume e punto privilegiato da cui contemplare i suggestivi paesaggi della campagna pavese, pittoresche cascine e distese … Continua a leggere

Vedi

Centro multimediale museale per l

  • Interesse: Culturali

Il Comune di Golasecca è capofila, insieme alla Provincia di Varese e della sovrintendenza per i beni Archeologici della Lombardia il progetto SISTEMA CULTURALE ARCHOLOGICO DELLA CIVILTA’ DI GOLASECCA. L’obiettivo del progetto è quello di valorizzare le peculiarità del territorio interessato da questa antica civiltà Continua a leggere

Vedi

Chiesa Santa Maria Assunta di Golasecca

  • Interesse: Culturali

La chiesa venne costruita in soli tre anni e i lavori terminarono il 16 dicembre del 1849. Anche la piazza subì un mutamento e per costruire il nuovo luogo di culto, fu demolita la stessa e scavata la collinetta per costruirvi una nuova scalinata d’accesso. Continua a leggere

Vedi

Lago di Comabbio

  • Interesse: Naturalistici

Il lago ha origine glaciale ed è ampio 4 kmq, inserito per le notevoli valenze ambientali ed ecosistemiche come SIC luogo di interesse Comunitario. Continua a leggere

Vedi

Roccolo Pierino

  • Interesse: Culturali

Una volta i roccoli erano terribili trappole per gli uccelli di passo e stanziali, ora diventano un utile strumento per l’inanellamento degli uccelli e per le attività didattiche con i ragazzi. Continua a leggere

Vedi

Bosco didattico

  • Interesse: Naturalistici

Nei pressi del centro è funzionante un bosco didattico che illustra le tecniche selviculturali e una palestra all’aperto di nordic walking Continua a leggere

Vedi

Area archeologica dei Cromlech

  • Interesse: Culturali

Oltre che presso Monsorino, le tracce di cromlech sono stati rinvenuti anche presso la brughiera della Garzonera e presso la brughiera del Vigano Continua a leggere

Vedi

Torre di Corgeno

  • Interesse: Culturali

I resti ricordano le tracce di un “Castellazzo” costruito dai Visconti quando erano feudatari della zona Continua a leggere

Vedi

Torrazzo di Sesona

  • Interesse: Culturali

Sono i ruderi di un’antica fortificazione risalente al XIV secolo situata su una collina sopra Sesona Continua a leggere

Vedi

Monte San Giacomo

  • Interesse: Punti Panoramici

E’ la più alta vetta del Parco (427 mt. circa) ed è interamente coperto da pinete e castagneti. Dalla sua sommità, che si raggiunge attraverso un complesso di scalinate in pietra realizzate all’inizio del ‘900, la vista è magnifica: è possibile ammirare tutti i laghi della Provincia di Varese. Continua a leggere

Vedi

Bosco di Capre e struttura sociale

  • Interesse: Culturali

Il comune di Vergiate, ai margini dell’area forestale ha costruito un padiglione eco-sostenibile in bamboo dove si realizzano feste ed altre manifestazioni culturali e sportive Continua a leggere

Vedi

Chiesa di San Giorgio

  • Interesse: Culturali

Si trova a Corgeno ed ancora oggi conserva il campanile in stile romanico costruito dagli abili Maestri Comacini. Accanto alla chiesa si trovano i ruderi di un’antica torre medioevale Continua a leggere

Vedi

Chiesa di San Materno

  • Interesse: Culturali

Si trova nella Frazione di Cuirone, un paesino che sorge ai piedi del Monte S.Giacomo segnalato dal FAI come “Luogo del Cuore”. Continua a leggere

Vedi

Chiesa di Santa Maria Assunta

  • Interesse: Culturali

Si trova nel centro storico di Vergiate e rappresenta un tipico esempio di romanico povero: nei lavori di restauro, risalenti al 1968, dietro all’altare si rinvenne un affresco raffigurante l’assunzione in cielo di Maria Continua a leggere

Vedi

Chiesetta di San Gallo

  • Interesse: Culturali

La chiesetta di S.Gallo di Ronchi si trova in località Torretta a Vergiate ed in origine era la cappella di una fattoria della famosa Abbazia di S.Gallo in Svizzera. Costruita su precedenti vestigia di origine pagane, la chiesa presenta un abside in stile romanico e una serie di affreschi interni di notevole interesse. Continua a leggere

Vedi

Punto panoramico del Vigano

  • Interesse: Punti Panoramici

Il punto panoramico si trova al limitare della Brughiera del Vigano, dove questa si affaccia sul Ticino e, più a sud, sul Panperduto, dove esiste la presa del Canale Villoresi Continua a leggere

Vedi

Il torrente Strona

  • Interesse: Naturalistici

Il torrente Strona è un affluente del Ticino (si immette nella zona di Somma Lombardo) e nasce a Casale Litta, attraversando poi i comuni di Crosio, Mornago, Vergiate ed Arsago Seprio. Il Parco ha realizzato nelle Vie Verdi un sentiero che porta il nome di questo torrente Continua a leggere

Vedi

La brughiera della Garzonera

  • Interesse: Naturalistici

E’ la brughiera gemella di quella del Vigano e le sue propaggini arrivano sino alla S.S del Sempione e a Vergiate. Al suo interno si trovano delle bellissime pinete di pino rigida e di pino silvestre Continua a leggere

Vedi

Antica ferrovia dell’ipposidra

  • Interesse: Culturali

La Ferrovia delle Barche (Ipposidra) venne realizzata più di 170 anni fa per trainare i barconi che risalivano il Naviglio Grande e il Ticino in direzione del lago. Continua a leggere

Vedi

Sass di Biss

  • Interesse: Naturalistici

Il Sass di Biss è un masso erratico catalogato nei monumenti naturali, collocato all’interno della Brughiera del Vigano. Di colore verdastro porta incise alcune incisioni rupestri di epoca preistorica. Continua a leggere

Vedi

Area di sosta scala di risalita brughiera del Vigano

  • Interesse: Naturalistici

L’area è vasta più di 500 ha ed è compresa tra i comuni di Somma Lombardo e Golasecca. Per la sua importanza naturalistica e forestale è stata inserita tra le aree SIC di importanza comunitaria. Continua a leggere

Vedi

Area di sosta scala di risalita

  • Interesse: Culturali

Nel tratto sublacuale del Ticino, pochi chilometri a valle del Lago Maggiore, sono presenti i più importanti sbarramenti che impediscono il naturale flusso della fauna ittica. Continua a leggere

Vedi

Diga di Porto della Torre

  • Interesse: Culturali

E’ il secondo sbarramento che si incontra scendendo dal Lago Maggiore ed è entrata in funzione nel 1942. L’impianto è costituito anche dalla centrale idroelettrica ENEL. Continua a leggere

Vedi

Diga della Miorina

  • Interesse: Culturali

Il Ticino rappresenta la valvola di sfogo delle acque del Lago Maggiore. A seconda se le acque del lago sono alte o basse, le paratie del fiume vengono aperte o chiuse decidendo così del livello del fiume Continua a leggere

Vedi

Area del Monsorino

  • Interesse: Culturali

La civiltà di Golasecca (prima età del ferro) si sviluppò sulla riva sinistra del Ticino (dall’area sub-alpina alla confluenza con il fiume Po). Le testimonianze presenti e gli oggetti ritrovati (cinerari fittili, coppe, fibule ed anelli) e una serie di “circoli in pietra” e strutture megalitiche dette “cromlech”, risalgono tutte al 1200 -800 a.C.(ultima età del Ferro) Continua a leggere

Vedi

Strada alzaia panoramica

  • Interesse: Punti Panoramici

La strada lunga quasi due chilometri corre lungo il primo tratto del fiume, da Sesto Calende alla Melissa di Golasecca.
Gradevole da percorrere è chiusa al traffico (è consentito solo il passaggio in macchina dei residenti) e permette di vedere tutto il panorama che da sul Lago Maggiore e sulla catena delle Alpi Continua a leggere

Vedi

Idrometro – Sesto Calende

  • Interesse: Culturali

Tre furono le inondazioni memorabili di Sesto Calende di cui si hanno notizia: nel 1177, nel 1705 e nel 1868. In quest’ultimo anno, il 4 ottobre, la piena del fiume raggiunse la misura di 6,94 metri sopra lo zero idrometrico. Dopo tre settimane di pioggia ininterrotta nella piazza principale del paese c’erano quasi 4 mt. d’acqua. Continua a leggere

Vedi

Sass di Preja Buia

  • Interesse: Naturalistici

Il Sass di Preja Buia è un masso erratico di grande mole che si trova in località San Vincenzo. E’ dichiarato monumento naturale regionale ed intorno ad esso sono nate diversi miti e leggende. Continua a leggere

Vedi

Chiesa di San Donato

  • Interesse: Culturali

E’ il monumento più importante di Sesto Calende e le sue origini risalgono al IX secolo quando fu costruita per volere del vescovo di Pavia Liutardo de’ Conti. Continua a leggere

Vedi

Pianta di tasso storico

  • Interesse: Naturalistici

Il Tasso (taxus baccata) è un albero sempre verde di seconda grandezza. La pianta si trova in una proprietà privata ed è visibile solo dall’esterno della stessa.

Vedi

Museo civico archeologico – Sesto Calende

  • Interesse: Culturali

Il museo rappresenta una tappa obbligatoria per chi vuol conosce l’antica civiltà di Golasecca Continua a leggere

Vedi

Parco Europa ex idroscalo sant

  • Interesse: Punti Panoramici

Dove una volta partivano gli idrovolanti della SIAI MARCHETTI, oggi è possibile passeggiare e si può godere di una vista unica del Lago Maggiore nella parte verso Dormeletto ed Arona. Continua a leggere

Vedi

Spiaggia di Lisanza

  • Interesse: Naturalistici

Tutta la piccola frazione di Lisanza è carina e gradevole all’occhio, ma la piccola spiaggia si distingue per la sua bellezza particolare. Di fronte ad essa si apre tutto l’arco alpino con il Monte Mottarone in primo piano. Continua a leggere

Vedi

Lago Maggiore

  • Interesse: Naturalistici

Il Lago Maggiore è il secondo dei laghi italiani per grandezza e nella sua parte meridionale è compreso nel Parco del Ticino. E’ un punto di grande interesse paesaggistico e nel passato il Gran Tour Europeo passava sulle sue sponde. Continua a leggere

Vedi

Castello Visconteo di Somma Lombardo

  • Interesse: Culturali

E’ il monumento storico più rilevante di Somma Lombardo, costruito nel XII secolo. Si presenta con una struttura maestosa costituita da imponenti torri e un fossato. Continua a leggere

Vedi

Chiesa di San Rocco

  • Interesse: Culturali

Edificata nel 1529, fu utilizzata come Lazzaretto in occasione dell’epidemia di peste del 1576. Distrutta dall’esercito franco-savoiardo nel 1636, venne ricostruita e ampliata nel 1638, mentre il campanile fu costruito nel 1760.

Vedi

Conca di navigazione

  • Interesse: Culturali

Posta al lato dell’opera di presa dei canali Villoresi e Vittorio Emanuele III, la conca, costruita alla fine del XIX secolo, consentiva alle imbarcazioni di oltrepassare lo sbarramento del  Villoresi.

Vedi

Volandia

  • Interesse: Culturali

Oltre che ad essere sede dei due punti parco, Volandia è anche un museo dell’aeronautica che ripercorre tutta la storia italiana, da Francesco Baracca, al Conte Caproni, (che qui, oltre alla bonifica, insediò una fiorente industria aeronautica all’avanguardia in tutto il mondo) sino ai nostri giorni Continua a leggere

Vedi

Chiesa di San Giulio di Vizzola Ticino

  • Interesse: Culturali

La Chiesa di San Giulio, è stata riedificata alla fine del XVII secolo e ampliata alla fine del XVIII. Conserva ancora al suo interno un antico altare barocco.

Vedi

Centrale idroelettrica di Vizzola

  • Interesse: Culturali

Centrale idroelettrica architettonicamente gradevole con continui scivoli d’acqua nella centrale, alimentata dal canale Vittorio Emanuele II. Continua a leggere

Vedi

Mulino di Ferno

  • Interesse: Culturali

Originario del 1600, era dotato di 4 macine usate per pulire il miglio e il grano e successivamente, nel 1700, il riso. L’ultimo rifacimento risale al 1813, poi andò in disuso.

Vedi

Antico mulino

  • Interesse: Culturali

Il Mulino venne acquistato nel 1882 dalla famiglia Gagliardi che lo trasformò in  un opificio. L’area dove è ubicato si chiamata “Molinelli” in quanto lungo la roggia Molinara si ergevano due mulini dotati ognuno di  tre macine.

Vedi

Idrometro

  • Interesse: Culturali

Detto anche “Ticinometro”, l’idrometro è uno strumento che misura le variazioni del livello dell’acqua che scorre nel Ticino. E’ costituito da un’asta graduata posta a fianco della sponda nei pressi del ponte di Oleggio

Vedi

Punto panoramico Villoresi

  • Interesse: Punti Panoramici

Risalendo dall’alzaia del canale Industriale, ci si può soffermare ad osservare la vallata dal punto panoramico esistente prima del ponte che attraversa il Canale Villoresi. La vista spazia dalla vallata del Ticino fino all’arco alpino dal quale spicca il Monte … Continua a leggere

Vedi

La brughiera di Gaggio

  • Interesse: Naturalistici

La brughiera di Gaggio è uno degli ultimi lembi esistenti della grande brughiera gallaratese, in parte distrutta e trasformata dai lavori aeroportuali di Malpensa. Continua a leggere

Vedi

Antica Via del Gaggio

  • Interesse: Naturalistici

La strada del Gaggio costituì per molto tempo una delle più importanti vie di comunicazione tra le zone abitate del pianalto e la Valle del Ticino, collegando Lonate Pozzolo al Porto sul Fiume Ticino e diventando così importante per il trasporto delle merci. Continua a leggere

Vedi

Centro Parco ex Dogana Austroungarica

  • Interesse: Culturali

Il Centro Parco ex Dogana Austroungarica di Lonate Pozzolo sorge in località Tornavento, sul ciglio del terrazzo fluviale, in una suggestiva posizione che domina la Vallata del Ticino. La dogana venne costruita nel 1737 ed oltre ad avere un importanza storica, ora è diventata importante anche come punto di riferimento per i visitatori e le scuole. Continua a leggere

Vedi

Paladella degli Spagnoli

  • Interesse: Culturali

La “Paladella degli Spagnoli” è la presa d’acqua, ovvero il punto di inizio del Naviglio Grande. Continua a leggere

Vedi

Tornavento e il belvedere

  • Interesse: Culturali Punti Panoramici

Tornavento è una frazione di Lonate Pozzolo e la sua caratteristica è quella di avere un belvedere che si affaccia sul fiume e sul Monte Rosa Continua a leggere

Vedi

Naviglio Grande

  • Interesse: Culturali

Il Naviglio Grande nasce a Tornavento, poco a sud del ponte di Oleggio, e arriva alla darsena di Milano dopo un percorso di circa 40 chilometri.
Primo tra i navigli costruiti in Europa venne pensato e realizzato per l’irrigazione e per dotare Milano di una via di scambi commerciali con il Lago Maggiore, con la Svizzera e con il lago Maggiore Continua a leggere

Vedi

Turbigaccio

  • Interesse: Naturalistici

L’area del Turbigaccio è tra le più belle aree naturalistiche esistenti nel Parco.
Racchiusa tra il Naviglio Vecchio e il fiume assomma una serie di ambienti che la rendono un paradiso naturale per l’avifauna e i pesci. Continua a leggere

Vedi

Chiesa di Santa Maria in Binda

  • Interesse: Culturali

Costruzione di probabile origine longobarda, risalente all’VIII secolo. Il nome Binda deriva da “striscia di terra” che si trova tra la costa del paese ed il Ticino. All’interno sono conservati affreschi del 1500. La chiesetta si trova alla partenza del … Continua a leggere

Vedi

Canale Villoresi

  • Interesse: Culturali

E’ un’opera idraulica realizzata a fine 800’ per l’irrigazione dell’alta Pianura Lombarda. Il progetto fu degli ingegneri Villoresi e Meravigli e la sua presa si trova presso la diga Panperduto, denominata così perché, ai tempi, la si riteneva un opera … Continua a leggere

Vedi

Il vecchio torchio

  • Interesse: Culturali

Nelle vicinanze del museo Ada Negri, presso la biblioteca, si può visitare il vecchio Torchio, risalente al 1608, utilizzato per la spremitura dell’uva.

Vedi

Museo Ada Negri

  • Interesse: Culturali

In una piccola area della parrocchia di San Rocco a Motta Visconti è situato il Museo dedicato alla poetessa Ada Negri che insegnò nella cittadina a partire dal 1888 Continua a leggere

Vedi

Area umida presso Riserva Geraci

  • Interesse: Naturalistici

Area di particolare interesse ambientale ricadente all’interno della proprietà del Parco

Vedi

Guado della Signora

  • Interesse: Naturalistici

L’area è interessante per il birdwacting e per la canoa, ma anche per le passeggiate brevi nei boschi attigui Continua a leggere

Vedi

Cascina Agnella

  • Interesse: Culturali

La Cascina Agnella è posta sul confine tra Besate e Motta Visconti, ed è una delle più antiche esistenti nella zona. Continua a leggere

Vedi

Madonna dello Zerbo

  • Interesse: Punti Panoramici

Dove una volta sorgeva il metanodotto telescopico, ora, grazie agli interventi di riqualificazione operati dal Parco (rimboschimenti e realizzazione di struttura) e grazie alla collaborazione del Comune e degli Amici del Ticino, sono stati realizzati un parcheggio e un’ area … Continua a leggere

Vedi

Chiesa di San Michele Arcangelo

  • Interesse: Culturali

La chiesa si trova nel centro di Besate e le prime descrizioni su di essa risalgono al 1500.
La facciata è spoglia e con i mattoni a vista, segno di un’ opera incompiuta. Continua a leggere

Vedi

Il lavatoio di Besate

  • Interesse: Culturali

Si trova tra Besate e la sua valle e si incontra percorrendo il sentiero proposto

Vedi

La Roggia Rabica

  • Interesse: Naturalistici

La maniera migliore per conoscere questo corso d’acqua è la canoa. Scivolando sull’acqua si colgono paesaggi selvaggi e s’incontra una fauna ricca e particolare

Vedi

Area umida di Fallavecchia

  • Interesse: Naturalistici

Nella valle, proprio sotto l’abitato, si trova, tra fontanili, piccoli boschetti di ontano e riso, una piccola area umida davvero interessante dove è possibile osservare, discretamente, numerose specie ornitologiche

Vedi

Chiesa di San Giorgio – Fallavecchia

  • Interesse: Culturali

La frazione di Fallavecchia di Morimondo ha origini longobarde (FARA VETULA) ed ancora oggi mantiene inalterato il suo fascino, racchiusa come è all’interno di una corte che la fa somigliare più ad una cascina che ad un piccolo borgo. Continua a leggere

Vedi

Chiesa di Santa Maria Nascente

  • Interesse: Culturali

La chiesetta è importante perché fu la prima sede in cui si stabilirono i primi frati giunti da Morimond (Francia). Non è sfarzosa, ma la sua presenza è dolce e si inserisce alla perfezione nel contesto del paesaggio. Continua a leggere

Vedi

La Valle di Morimondo

  • Interesse: Naturalistici

Ai piedi dell’Abbazia si apre un percorso di visita che unisce alla parte agricola, marcite e campi coltivati, anche la parte forestale, caratterizzata da ontaneti storici, e la parte dedicate alle acque costituita da canali e risorgive. Continua a leggere

Vedi

Frutteto Progetto Abbazie

  • Interesse: Culturali

All’interno del sedime dell’Abbazia, sulla parte retrostante, il Parco del Ticino, grazie ad un progetto finanziato da Regione Lombardia, ha realizzato un frutteto ed un vigneto storico-didattico Continua a leggere

Vedi

Abbazia Cistercense Santa Maria di Morimondo

  • Interesse: Culturali

La mistica Abbazia, celebre esempio dell’architettura cistercense, si erge maestosa e dall’alto domina l’intera vallata di Morimondo Continua a leggere

Vedi

La valle di Abbiategrasso e la colonia elioterapica

  • Interesse: Culturali Naturalistici

Suggestivi paesaggi agresti, querce, salici e pioppi popolano i sentieri della vallata abbiatense fino al Ticino Continua a leggere

Vedi

Il Naviglio di Bereguardo

  • Interesse: Culturali

Antica opera idraulica ammirata anche dal genio vinciano, il Naviglio di Bereguardo è ricordato per l’inaugurazione nel 1438 della prima chiusa al mondo, detta Conca dell’Abbazia, ad essere entrata in funzione su un canale artificiale. Continua a leggere

Vedi

Il Convento dell’Annunciata

  • Interesse: Culturali

Edificato per volere di Galeazzo Maria Sforza come tributo alla Madonna per essere sopravvissuto ad un agguato, l’ex Convento conserva ancora al suo interno splendidi affreschi, è stato recentemente restaurato ed è visitabile Continua a leggere

Vedi

Castello Visconteo di Abbiategrasso

  • Interesse: Culturali

Rimodernato e abbellito dal vescovo di Milano Ottone Visconti nel XIII secolo, il Castello abbiatense, ricco di affreschi e circondato da ampie zone boschive, divenne, a partire dal XIV secolo, per volere di Galeazzo II Visconti, dono di nozze dei Signori di Milano per le loro mogli.
All’interno del Castello si trova lo IAT di Abbiategrasso dove si possono raccogliere informazioni per visitare la città ed il suo territorio Continua a leggere

Vedi

Chiesa di Santa Maria Nuova

  • Interesse: Culturali

Santa Maria Nuova rappresenta in maniera significativa il patrimonio artistico e architettonico della città e, nel 1388, venne dedicata a Santa Maria Nascente per festeggiare la nascita di Giovanni Maria Visconti, figlio del duca Gian Galeazzo.
Già principale luogo di culto della città dal XIV secolo, nella seconda metà del ‘500 venne nominata sede parrocchiale dal Cardinale Federico Borromeo. Continua a leggere

Vedi
Powered by eGuide logo